Ita/
Newsletter 10 del 09.06.16

Fondazione Francesco Fabbri utilizza il modello Amway per sostenere le attività culturali secondo una buona pratica di autofinanziamento

 

Cari amici e sostenitori,

 

Fondazione Francesco Fabbri si sta avviando verso una stagione progettuale molto intensa che la vedrà nel 2017 impegnata a produrre anche tutti gli eventi speciali per ricordare il quarantennale dalla morte del Senatore Fabbri.

 

Per sostenere un tale impegno è necessario indagare tutte le possibili forme di autofinanziamento coerenti con la nostra mission statutaria.

 

Desideriamo quindi rendervi partecipi di una iniziativa che si propone di individuare un nuovo strumento di supporto alle nostre attività incrociando istanze sociali, culturali ed economiche, in linea con i modelli contemporanei di sviluppo basati sul coinvolgimento diretto delle persone.

 

Gli esempi in rete sono molteplici: dal valore che ha assunto il passaparola sotto forma di recensioni da pari a pari, allo sviluppo di veri e propri movimenti di opinione; dalle forme di autoproduzione attraverso l’ingaggio preventivo dei potenziali clienti ai vari network di servizi relativi, ad esempio, a mobilità e ospitalità; dalle forme di finanziamento collettivo e partecipato ai modelli di distribuzione che coinvolgono gli stessi consumatori.

 

In linea con la sua attenzione alla Contemporaneità, con la sua ricerca di buone pratiche innovative e con il suo costante impegno nella creazione di reti virtuose che colleghino locale e globale, Fondazione Francesco Fabbri ha individuato l’opportunità di sviluppare attraverso il Gruppo Amway un modello di “crowdfunding” paragonabile nello spirito ai gruppi di acquisto solidale (GAS).

 

Amway è infatti la più importante, storica e riconosciuta società di network marketing. Opera dal 1959 in più di 100 paesi del mondo, coinvolgendo milioni di famiglie nella distribuzione di prodotti di alta qualità, con una particolare attenzione all’ambiente. La sua più grande intuizione fu quella di coinvolgere direttamente nel processo distributivo i consumatori stessi, riuscendo a garantire alla classica spesa dei beni di largo consumo non solo alta qualità e risparmio, ma addirittura profitto.

 

L’obiettivo di Fondazione Francesco Fabbri è tanto semplice quanto ambizioso: generare un circolo virtuoso in grado di distribuire una percentuale degli utili derivanti dalla vendita dei prodotti Amway attraverso una formula “win win”, che prevede al tempo stesso un risparmio sugli acquisti per chi la adotta e una royalty a favore della Fondazione stessa ogni qual volta i sostenitori effettueranno una spesa.

 

Si tratta di un’attività perfettamente inquadrabile nel metodo partecipativo promosso da Fondazione Francesco Fabbri. Un metodo che non richiede ai potenziali sostenitori alcun contributo diretto, ma che propone di sostenere la Fondazione semplicemente spostando il centro d’acquisto dai canali tradizionalmente usati ai canali on-line di Amway, permettendo di avere prodotti di qualità a un prezzo scontato.

 

Chiunque volesse valutare tale opportunità potrà raccogliere maggiori informazioni presso la segreteria di Fondazione Francesco Fabbri (cell. 3349677948) o semplicemente mandare una richiesta di chiarimento via mail (segreteria@fondazionefrancescofabbri.it).

 

Nel ringraziarvi per l’attenzione Vi inviamo i nostri più cordiali saluti.