Ita/

Bando

Premio Francesco Fabbri per le arti contemporanee
Bando

Art.1 – Finalità
La Fondazione Francesco Fabbri Onlus indice il Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee al fine di promuovere l’arte emergente e le ricerche fotografiche contemporanee internazionali.

Art. 2 – Sezioni e criteri di partecipazione
Il concorso è aperto a tutti gli artisti contemporanei di ogni nazionalità, senza limiti tematici, secondo i  criteri previsti dalle singole sezioni.
È possibile iscriversi ad entrambe le sezioni e/o candidare più lavori nella medesima sezione.

 

SEZIONE ARTE EMERGENTE

La sezione è rivolta agli autori contemporanei che non abbiano superato i 35 anni di età alla data della chiusura del bando, fissata il 2 settembre 2019. Essi potranno partecipare con ogni espressione visiva senza limiti di linguaggio spaziando tra pittura, disegno, grafica, scultura, installazione, video-arte, performance, sound-art e fotografia.
Le opere, se bidimensionali, non potranno superare le dimensioni di cm 150×150; se tridimensionali, un ingombro pari a cm 150 x 150 x 150.
Le opere saranno valutate dalla giuria secondo criteri qualitativi e di aderenza alla contemporaneità.

 

SEZIONE FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA

La sezione è rivolta agli autori di ogni nazionalità che operano con il mezzo fotografico, senza limiti di età. La Fondazione Francesco Fabbri rafforza così il suo intervento nel campo della fotografia contemporanea, accanto all’attività espositiva e residenziale.
Le opere non potranno superare le dimensioni di cm 150×150.
È possibile iscrivere una sola opera per candidatura, intesa anche come installazione composta da più immagini, che però rientri complessivamente nelle misure di 150 x 150 (ad esempio un dittico o trittico).
Le opere saranno valutate dalla giuria secondo criteri qualitativi e di aderenza alla contemporaneità.

 

Art. 3 – Premi
I vincitori riceveranno:
Euro 5.000,00 (cinquemila/00) al vincitore sezione ARTE EMERGENTE.
Euro 5.000,00 (cinquemila/00) al vincitore sezione FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA.
La giuria si riserva di attribuire delle menzioni speciali qualora individui opere particolarmente significative sul piano qualitativo e della ricerca.
Sui premi in denaro, come da legge vigente, sarà operata una ritenuta alla fonte del 25% a titolo d’imposta.
Le due opere vincitrici rimarranno di proprietà della Fondazione Francesco Fabbri, che le ospiterà a Casa Fabbri, il centro residenziale proprio della Fondazione.

 

Art. 4 – Tempistiche e modalità di partecipazione
Gli autori potranno iscriversi dal 3 giugno al 2 settembre 2019,  (proroga al 17 settembre) attraverso le seguenti modalità:

 

WEB
Sul sito della Fondazione Fabbri alla pagina:
www.fondazionefrancescofabbri.it/it/arti/premio-francesco-fabbri-2019
Da questa pagina si potrà accedere al modulo di iscrizione online, che andrà compilato tenendo in considerazione le seguenti indicazioni:
–     per ogni opera che si desidera candidare, sarà necessario compilare un nuovo modulo di iscrizione;
–     per ogni opera candidata, potrà essere caricata un’unica immagine o trasmesso un unico video;
–     nel caso di immagine da caricare (obbligatoria per chi candida opere di pittura, disegno, grafica, scultura, installazione, fotografia, fotografia contemporanea) il file da caricare dovrà avere le seguenti caratteristiche: formato del file JPEG, PNG o TIF, risoluzione di circa 4 Mpx, dimensione del file compresa tra 1 e 5 MB;
–     nel caso di video da trasmettere (obbligatorio per chi candida opere di video arte e performance), il file non potrà essere caricato online ma dovrà essere reso disponibile, sotto responsabilità del candidato, attraverso l’inserimento nel form di un link da cui esso sia scaricabile. Il file video dovrà avere le seguenti caratteristiche: formato file  MP4, MOV o AVI, durata max 10 minuti;
–     la candidatura sarà accettata solo se saranno completati tutti i campi obbligatori del modulo di iscrizione, allegato almeno un file immagine/video, inserita la data di pagamento della quota di iscrizione e il metodo utilizzato.

 

Per meglio esplicare la poetica dell’artista, sarà anche possibile allegare alla documentazione online: un curriculum, il concept esplicativo dell’opera e l’immagine di un lavoro (fuori concorso) esplicativo della ricerca dell’autore.

 

Art. 5 – Quota d’iscrizione
La quota di iscrizione, per la contribuzione alle spese del Premio, è pari a Euro 40,00 (quaranta/00 euro) per ciascuna opera che si intende candidare.
Il pagamento della quota d’iscrizione deve essere effettuato in Euro, senza oneri o commissioni a carico del Premio. La quota d’iscrizione non è rimborsabile.
Il pagamento della quota d’iscrizione può essere effettuato tramite:
–     PAYPAL (online, direttamente sul sito della Fondazione Fabbri);
–     BONIFICO BANCARIO: Banca Prealpi Sanbiagio Credito Cooperativo – Società Cooperativa Italia, IBAN: IT95C0890461920006000007126, codice BIC: CCRTIT2TPRE, intestato a PREMIO FRANCESCO FABBRI, causale: nome e cognome artista – Iscrizione Premio Francesco Fabbri 2019.
Se il pagamento della quota di iscrizione risulterà non in regola, il candidato sarà automaticamente escluso dal Premio.

 

Art. 6 – Giuria
La selezione delle opere finaliste sarà compiuta dai seguenti giurati:

 

SEZIONE ARTE EMERGENTE
Lorenzo Balbi
Lucrezia Calabrò Visconti
Angel Moya Garcia
Gabriele Lorenzoni
Carlo Sala

 

SEZIONE FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA
Matteo Balduzzi
Francesca Lazzarini
Giangavino Pazzola
Mauro Zanchi
Carlo Sala

 

Le due giurie selezioneranno 60 lavori finalisti (30 per la sezione ARTE EMERGENTE e 30 per la sezione FOTOGRAFIA CONTEMPORANEA) che saranno esposti in mostra a Villa Brandolini di Pieve di Soligo (TV) dal 24 novembre al 16 dicembre 2018.

 

Art. 7 – Tempistiche
È possibile iscriversi al Premio dal 3 giugno al 2 settembre 2019.
Entro il 2 novembre 2019 verranno comunicati, via e-mail e sul sito internet di Fondazione Francesco Fabbri, i nomi dei finalisti.
Gli artisti finalisti dovranno far pervenire, a proprie spese, le opere selezionate a Villa Brandolini di Pieve di Soligo (Tv) il 18 e 19 novembre 2019. L’allestimento della mostra delle opere finaliste avverrà nei giorni 22 e 22 novembre 2019. Tali date potranno subire delle lievi variazioni che saranno comunicate tempestivamente agli artisti dalla segreteria organizzativa. Gli autori dovranno altresì provvedere per proprio conto e a proprie spese al ritiro delle opere al termine della mostra.

 

Art. 8 – Mostra finalisti e premiazione vincitori
I finalisti esporranno i propri lavori a Villa Brandolini a Pieve di Soligo (Tv) dal 23 novembre al 15 dicembre 2019.
Il 23 novembre, nel corso del vernissage della mostra, saranno annunciati i vincitori del Premio, alla presenza del pubblico e della stampa.

 

Art. 9 – Responsabilità
La Fondazione Francesco Fabbri garantisce la massima perizia nelle fasi organizzative del Premio, ma declina ogni responsabilità per eventuali furti, incendi o danni di qualsiasi natura alle opere che possano verificarsi durante la manifestazione. L’artista, se vorrà, potrà sottoscrivere un’assicurazione in forma privata.

 

Art. 10 – Privacy
I partecipanti al Premio Francesco Fabbri autorizzano la Fondazione Francesco Fabbri a trattare i dati personali ai sensi della legge 675/96 (cosiddetta legge sulla Privacy), successive modifiche D.lgs.196/2003 (codice Privacy) e GDPR sulla Privacy (reg.UE n. 679/2016) con modifiche d.lgs. 101/18.
I partecipanti concedono gratuitamente alla Fondazione Francesco Fabbri i diritti di riproduzione delle opere e dei testi rilasciati al Premio per il sito internet della manifestazione e le varie forme di promozione.

 

Art. 11 – Rispetto del bando
L’iscrizione al premio implica l’accettazione automatica di tutti gli articoli del presente bando.

 

Pieve di Soligo, 3 giugno 2019
FONDAZIONE FRANCESCO FABBRI

Ultimi post

Comunicato stampa del 30.10.19

Annunciati i finalisti del Premio Fabbri 2019

Comunicato stampa del 02.09.19

Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee: prorogate le iscrizioni al 17 settembre.

Comunicato stampa del 31.05.19

Parte l’ottava edizione del Premio dedicato all’Arte emergente e alla Fotografia contemporanea.